L’ultimo Strato in Bottrop – alla ricerca di Tracce su Zeche Zollverein

0
31

Carbone, un tempo celebrato come fonte di energia, oggi non redditizie. Sul Steinkohlezeche Prosper-Haniel a Bottrop l’ultimo Strato viene pericoli. Una Mostra nella regione della Ruhr, mostra, cosa che non vale la pena di ricordare.

Guarda il Video
02:57

Ora live

02:57 Min.

Sulle Tracce di Carbone è ciò Che rimane quando l’ultima Miniera di carbone chiude?

Sette Tonnellate di peso è il più grande Steinkohlebrocken mai promosso. Per la Miniera di Prosper-Haniel a Bottrop un Monumento. La fine di questo Anno con Prosper-Haniel l’ultima Steinkohlezeche chiuso il 15 maggio. Agosto l’ultimo Strato di pericoli. “I Minatori volevano un Ricordo creare”, afferma Axel Heimsoth, Ricercatore Ruhr Museo Mangiare e una di 10 Curatori della Mostra “L’Età del Carbone – Una Storia europea”. Per la Mostra hanno la Dissenteria del Museo di Mangiare e il Museo minerario Tedesco collaborato per la Miscelazione delle Concerie su Zeche Zollverein di Essen circa 1200 di queste Erinnerungstücke provenienti da tutta Europa per presentare.

Ogni Opera ha la sua Storia

Una Scarpa con particolare Storia

Come la Scarpa, un versamento di Minatore salvato la Vita. Nella sua Scarpa, ha iniziato la Minestra che gli da un Belüftungsrohr nel Vano versato. Solo così avrebbe potuto sopravvivere. O i tanti Farbfläschchen. A testimonianza della Versatilità del Carbone, la produzione di Energia e la produzione di Acciaio è servito, ma anche della Chimica, che era importante. Carbone si fecero Coloranti sintetici fabbricazione. L’ha coniato lo Slogan “il Carbone rende la Vita più colorata”. Di sintesi, ottenuti Estratti Steinkohleteer, un prodotto di scarto della combustione del carbone, anche per l’Industria delle materie plastiche e la Arzneimittelproduktion di seconda mano.

Carbone rende il Mondo più colorato con sinteticamente fabbricati Pigmenti

Mai più la Guerra del Carbone e dell’Acciaio

Un importante Documento politico in comune, la Mostra dal Ruhr Museo Mangiare e dal Museo Minerario di Bochum è il Originalvertrag di Carbone tra Francia, Italia, Germania e Benelux. I Firmatari sono d’accordo che con il Carbone e l’Acciaio, per la Produzione di Armi e materiale bellico avevano servito, mai più la Guerra che voleva.

Minatori cercato nel regno unito, l’estrazione Mineraria

Tutte le Nazioni erano le devastazioni della guerra interessato e deciso di problemi energetici paneuropeo di risolvere. Nel 1951 fu la CECA fondata la Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio, in cui i Firmatari per il cosiddetto Carbone riunirono. Da questa unione è nata nel 1957, la comunità Economica Europea e l’Inizio degli Anni 1990, poi la UE.

Dopo la seconda Guerra mondiale è stato il Bisogno di Carbone in Europa di grandi dimensioni. Non ho un vero e proprio “Kohlehunger”, afferma Axel Heimsoth. Ovunque c’erano Minatori cercato, anche in Italia. Manifesti provenienti da diversi Paesi mostrano come Sonderrationen e migliore Pagamento aspiranti Minatori attirato. Solo nei paesi Europei Vicini, quindi anche dalla Turchia e da altri Paesi africani.

Migrationswelle dal settore Minerario

“E’ stato importante per noi, in Mostra, che 100.000 Persone, attraverso l’Europa reinsediato, integrato dovevano essere.” Anche se proprio nella zona della Ruhr sempre la Solidarietà dei Lavoratori in Giorni viene evocata, avrebbero molti immigrati Minatori per Decenni nella vita Quotidiana spesso il Rifiuto e l’Aggressione di imparare, dice Heimsoth. Tuttavia, ho il Lavoro nel settore Minerario anche l’Integrazione. “La Ruhrpolen erano nella regione della Ruhr, che per lungo Tempo non popolare. Nonostante questo qui stabilito e, in parte, anche le proprie Associazioni.”

Forte Sindacati, per i Minatori

Poiché Minatori ricercata Operai erano, solido la Consapevolezza di sé. Durante la Creazione della CECA è stata la Partecipazione dei Minatori in considerazione. Avevano con il Sostegno dei Sindacati e la piena Partecipazione alle Decisioni. Rispetto alla Fine degli Anni 1950 Steinkohlezechen di nuovo va smontato e delle Miniere di sovvenzioni dello Stato doveva essere, preoccupati di Scioperi in Francia e Manifestazioni in Germania, che l’Addio di Carbone ancora 60 Anni occorreranno.

Come Gerhard Parentesi nel 1959 nel settore Minerario ha cominciato, aveva il Zechensterben già iniziato: “c’erano i primi Feierschichten (Ridotto, Anm. la Redazione) e di conseguenza è diminuito il Prestigio dell’industria Mineraria.” Inoltre, ognuno doveva con la sua Bolletta energetica, il cosiddetto “Kohlepfennig” pagare per l’industria Mineraria di sostenere. “La Gente ha pensato: ‘Perché dobbiamo Miniere di supporto. Altri, ma non è supportato’.”

Vista in Tramoggia dell’impianto di Miscelazione, come spazio Espositivo serve

Molte Città della regione della Ruhr, oggi, sono caratterizzati da livelli di Disoccupazione. Da 128 Miniere in Germania a Metà degli Anni ’50, c’era la Fine degli Anni’ 70, solo 20. Che tutto è possibile, socialmente scaduto, il che rendeva la Ruhrkohle AG (RAG), l’Esposizione di Essen è coinvolto.

Cambiamento strutturale Zeche Zollverein

In molte Miniere fu Gerhard Parentesi lavorato, prima come Apprendista, poi come Ingegnere e, infine, come Perito e consulente. Oggi è il Pensionato lalbergo, guida autorizzata sul Denkmalpfad Zeche Zollverein. La più grande Miniera di carbone d’Europa nel 1986 è stata chiusa e il cambiamento Strutturale dell’industria Carboniera per la cultura industriale riuscito. Oggi è Patrimonio dell’umanità.

Gerhard Parentesi deplora la Fine del carbon Fossile in Italia. Era con il Corpo e l’Anima di un Minatore, anche se il Lavoro non sempre è stato facile. “I Posti di lavoro in Giorni sono difficili, perché ci sono Aree in cui fa molto caldo e molto polveroso, anche se molto di ciò che ha fatto, che la Polvere è legato da Umidità. Abiti bianchi al Mattino e alla sera era già sempre di nero”, dice.

La cultura della Memoria vera

Per i Minatori su Prosper-Haniel è nel mese di Agosto “Strato nel Pozzo”

Minatori raccontano in Mostra il loro Lavoro e della Vita all’Giorni di Interviste e Documentari, i Monitor. Il Kuratorenteam vuole le loro Storie, in Combinazione con gli Oggetti di catturare e riempire con la Vita. “Il grande Problema è che anche i Film solo in Parte la Pesante e Opprimente di questo Lavoro visibile”, si rammarica Curatore Axel Heimsoth.

Con ogni Miniera di carbone, che è stato chiuso, la Ruhr Museo, il ristorante e il Museo Minerario di Bochum nuova Erinnerungsobjekte per le loro Collezioni. Ma davvero è finita l’Era del Carbone è ancora lungo. In altri Paesi, di promuovere ulteriormente e notevolmente in Germania importato. Il degrado Ambientale, la Natura e il Clima ancora per molto evidenti. RAG deve essere la Bergbauschäden per le Strade e le Case di cascanti Pavimenti prendersi cura di. L’ascendente tossici Grubenwasser delle Miniere deve essere per tutti i Tempi pompato. Anche Zeche Zollverein, perché altrimenti sarebbe l’intero Patrimonio dell’umanità otto Metri sotto l’Acqua. Anche questi sono Ricordi l’Era del Carbone.

La Mostra “L’Età del Carbone – Una Storia europea” nell’impianto di Miscelazione delle Concerie di Zeche Zollverein a Essen va fino al 11. Novembre 2018.