Morte o lesioni, mentre l’imbarco, lo sbarco treno da il diritto del passeggero ad un risarcimento: SC

0
43

(File Di Foto)

Notizie Correlate

  • Impostare pannelli per affrontare le molestie sessuali reclami: SC per HCs

  • Delhi, Haryana acqua condivisione: Corte Suprema sbatte Superiore del Fiume Yamuna Consiglio

  • SC cenno del capo per il regime di compensazione per la violenza sessuale, l’acido delle vittime dell’attacco

Morte o lesioni durante l’imbarco o lo sbarco di un treno è una “spiacevole incidente” che dà il diritto del passeggero ad un risarcimento e di non essere considerata la sua negligenza, la Suprema Corte ha dichiarato. Va anche detto che la mera presenza di un corpo sulla ferrovia locale non essere decisivo per ritenere che il ferito o deceduto era un “bona fide passeggero” per chiedere il risarcimento danni.

L’apice della corte, tuttavia, ha chiarito che l’assenza di biglietto non negare il risarcimento e l’onere sarà ricorrente per dimostrare il suo caso, fornendo i documenti richiesti.

“Noi riteniamo che la morte o le lesioni nel corso di imbarco o lo sbarco di un treno sarà una “spiacevole incidente” che autorizza una vittima al risarcimento e non cadere sotto la condizione della Sezione 124A (suicidio, auto-inflitte per infortunio) per il solo motivo di negligenza della vittima come un fattore che contribuisce,” un banco composto da giudici Adarsh Kumar Goel e Rohinton F Nariman detto.

“Il peso iniziale sarà al richiedente che può essere scaricata tramite il deposito di una dichiarazione dei fatti rilevanti e l’onere sarà poi il turno delle ferrovie e il problema può essere deciso sui fatti indicati o presenti circostanze. Questo dovrà essere affrontato caso per caso, sulla base di fatti accertati,” ha detto.

Il giudizio è venuto su un ricorso presentato da il Centro che aveva raggiunto l’apice tribunale contro Patna Alta Corte ordine al conferimento di un risarcimento di Rs 4 lakh per la moglie di una persona che è caduto giù da un treno a causa della fretta di passeggeri ed è morto sul posto il 20 agosto 2002.

L’alta corte aveva annullato la ferrovia ordine del tribunale prendendo in considerazione la dichiarazione di un testimone oculare, che aveva presentato una dichiarazione giurata attestante che il defunto aveva acquistato il biglietto e aveva preso il treno.

Il tribunale aveva rigettato la domanda sul terreno che non era il caso di “spiacevole incidente”, ma di un caso di “esecuzione e che il defunto non era una bona fide passeggero.

La donna aveva sostenuto che il defunto aveva acquistato un biglietto di seconda classe per un viaggio da Karauta per Khusrupur e cadde giù dal treno a causa della fretta di passeggeri ed è morto sul posto. Aveva anche sostenuto che il biglietto non è stato recuperato dal possesso del defunto come potrebbe essere stato perso da qualche parte.

Uno dei passeggeri, che ha assistito il defunto acquisto del biglietto e salire sul treno, aveva presentato una dichiarazione giurata.

Per tutte le ultime India News, download Indian Express App