Proteste, nonostante il Divieto in Togo

0
40

Dopo oltre un Mese di Pausa hanno Oppositori al regime, in Togo, nei fine Settimana di nuovo protesta. Le forze di sicurezza sono andati con gas Lacrimogeni contro. Vermittlungsversuche rischiano di fallire. Da Lomé racconta Adrian Kriesch.

Il giovane sa affatto quello che sta succedendo. Appena fu sotto la Doccia, ora arriva davanti come in un Film d’Azione: Un agente di Polizia Truck la sosta dietro l’Angolo, Poliziotti in assetto da guerriglia salire su un Muro la proprietà del Vicino e il traino di due Uomini fuori dall’Edificio. Egli ha osservato. “Non sappiamo se ci sono dei Ladri che hanno rubato”, dice perplesso giovane Uomo con un Asciugamano intorno ai Fianchi. “O c’erano solo i Manifestanti.”

Più di 50 Anni Familienherrschaft

Dal mese di Agosto 2017 dimostrare i gruppi di Opposizione regolarmente contro il Governo. Dell’africa occidentale, Togo regna la stessa Famiglia da oltre 50 Anni si Gnassingbe Eyadema 1967 al Potere putschte. Anche se ha lasciato nel 1992, ha già di approvare una Legge, la durata del Mandato del Presidente su due Elettorali limitata. Dopo dieci Anni, la sollevò, ma di nuovo, per restare al Potere. 2005, è morto, con l’Aiuto dei Militari è stato il Figlio Faure come nuovo Staatsüberhaupt usati e più tardi anche in contestate Elezioni confermato.

I poliziotti di arrestare i presunti Manifestanti

L’Opposizione chiede, tra l’altro, un Ritorno alla vecchia Costituzione nel 1992, e, di conseguenza, la Limitazione della durata del Mandato del Presidente due Volte in cinque Anni. In parte sono andati più di 100.000 Persone nel piccolo Paese sulla Strada, a poco meno di otto Milioni di Abitanti. Sempre ci sono stati Scontri tra Forze di sicurezza. Decine di Manifestanti sono stati arrestati, almeno undici Persone hanno perso la Vita. A metà Febbraio sono state le Proteste interrotto. Nana Akufo-Addo, il Presidente del paese vicino Ghana, si intromise come Intermediario. Sembrava promettente: alcuni Prigionieri politici sono stati liberati, c’erano Discussioni.

“Vogliamo la Dittatura sbarazzarsi di”

Ma la scorsa Settimana ha chiamato l’Opposizione di nuovo a Proteste. Il Governo mostra alcuna Volontà seria di Riforme, di lana, la Crisi e gli orari, così la Motivazione. La Vermittlungsversuche del Ghana non erano ancora terminati, dice, invece, Togo delle poste e delle telecomunicazioni Guy Lorenzo il DW. Perciò ho fatto il Governo di tutte le Proteste vietato. “Se non sei d’accordo, si può andare in Tribunale”, dice Lorenzo. “Ma si vuole semplicemente dimostrare. Accettiamo qualcosa. Viviamo in uno stato di Diritto.”

“Dobbiamo accettare il non”: Togo delle poste e delle telecomunicazioni Guy Lorenzo

Le Forze di sicurezza maniglie nei fine Settimana molto duro, come davanti alla Casa del fresco geduschten Uomo. “Io sono solo passato, non ho mai fatto nulla”, grida uno degli Arrestati, mentre i Poliziotti lo sul retro del Trucks tirare. “Da 50 Anni, cerchiamo di questa Dittatura liberarsi”, dice un altro Uomo sul ciglio della Strada, come la Polizia, Camion fuori dalla Vista. Sarebbe uno Scandalo, che la Gente non si volta più contro la cattiva Sviluppo del Paese dovrebbero protestare. “I Giovani non ha Lavoro, siamo come Invalidi.”

Gas lacrimogeni e Straßenbarrikaden

Un paio di Chilometri più avanti, i Rappresentanti del Oppositionsbündnisses da 14 Parti Centrali del Partito CDPA radicata. Prima di allora, i Soldati sono allevati, i pochi Seguaci di fronte alla Casa con gas Lacrimogeni ingaggio. “Abbiamo voluto dimostrare ancora non ci si incontra solo nella sede di un Partito politico”, dice Dodji Apevon, il Capo di un partito di Opposizione. “E l’Esercito spara semplicemente con gas Lacrimogeni. Ci si può chiedere cosa c’è dentro di voi.”

I manifestanti costruire bloccaggio delle strade a Lomé

Il Militare è stretto Alleato del Presidente. “Togo appartiene anche a voi”, grida una Donna anziana poche Strade, oltre alla Festa in Direzione dei Soldati, mentre altri Manifestanti, tentando la Strada con Pietre a bloccare.

E il Presidente? Che è allo stesso Tempo altri capi di stato della Regione, nel Quartiere dietro l’Angolo. Faure Gnassingbe, è attualmente il Presidente della Comunità degli stati dell’africa occidentale ECOWAS. All’ordine del giorno: la Crisi politica in Guinea-Bissau. La Crisi a portata di mano non viene detto.