La storia della Sinistra in India: Dalla lotta per la libertà di essere liberi di Tripura

0
58

La storia della Sinistra politica in India scorre in profondità nel cuore della lotta per la libertà.

È stato il decimo anniversario della storica rivoluzione in Russia che ha scosso il mondo, stabilendo che il vero potere sta nelle mani di gente comune, che potrebbe salire fino a rovesciare i loro sfruttatori. Il futuro primo ministro indiano Jawaharlal Nehru pagato la sua prima visita al paese del socialismo che aveva studiato minuziosamente fin dai primi giorni della rivoluzione. In Russia, Nehru si sforzò di trovare una soluzione per le lotte di un colonizzati India. Studiò le opere di Marx e di Lenin, e ha ammesso che egli è stato fortemente influenzato dalle loro ideologie di sviluppo. “Abbiamo iniziato una nuova fase della nostra lotta per la libertà in India a circa lo stesso tempo come la Rivoluzione d’ottobre capitanata dal grande Lenin. Abbiamo ammirato Lenin, il cui esempio ci hanno influenzato molto”, ha scritto in seguito.

Dal secondo decennio del xx secolo, gli Indiani erano lentamente ma costantemente familiarizzato con la filosofia Gandhiana di pacifico confronto come un mezzo per sopraffare i loro governanti coloniali. La rivoluzione russa, tuttavia, un nuovo corso nella traiettoria di lotta nazionalista. L’ideologia Marxista della classe operaia, rovesciare il possidente sfruttatore, per pura forza, ha colpito una corda profonda nei cuori degli agitatori di nazionalismo. Il ricorso è stato quasi uniforme tra tutti coloro che cercano un’alternativa al Gandhiana modalità di manifestazione pacifica, infatti, ha ispirato anche un convinto Gandhiana come i Nehru. L’aggressiva rivoluzionario, Bhagat Singh è noto per aver studiato in dettaglio la vita di Lenin e il Manifesto del partito Comunista durante il suo tempo in prigione. Tanto forte era il suo attaccamento alla russa filosofia, che il suo ultimo desiderio era quello di completare la lettura della vita di Lenin. Verso Sud, invece, l’attivista sociale, Periyar, che ha iniziato la ‘del rispetto di sé il movimento’ e anche i Dravida Kazhagham, è noto per aver tratto ispirazione dal Comunista russo, un metodo per portare la giustizia sociale, che ha pensato che era meglio applicabile alla situazione delle caste in India. Ma, naturalmente, è stato M N Roy, fondatore del Partito Comunista dell’India (CPI), che personalmente guidato da Lenin in Russia per preparare il suolo Indiano per una rivoluzione contro i colonizzatori stranieri.

L’aggressiva rivoluzionario, Bhagat Singh è noto per aver studiato in dettaglio la vita di Lenin e il Manifesto del partito Comunista durante il suo tempo in prigione. (Wikimedia Commons)

La storia della Sinistra politica in India scorre in profondità nel cuore della lotta per la libertà. Non si può negare che sia la lotta per la libertà e il panorama politico di liberare l’India è stata per il più lungo periodo di tempo hued in varie tonalità di rosso. “È molto difficile concettualizzare Sinistrismo in termini di paesi di tutta l’India. È necessario pensare a la specificità culturale del contesto in cui si parla di ideologia. Per esempio, Periyar ha richiamato l’empowerment delle persone svantaggiate. Ora, questa è una ideologia di sinistra, ma questo è anche l’ideologia di Jyotirao Phule, dell’Induismo, Giainismo,” spiega lo scienziato politico Bidyut Chakrabarty parlando l’unico modo in cui Sinistrismo in India sviluppato in stretto legame con la cultura in cui è radicata.

Un partito che è nato

Nonostante l’ampio ricorso dell’ideologia di Sinistra, però, era MN Roy CPI e la sua successiva propaggini che ha continuato a diventare il volto della Sinistra politica in India. Durante i suoi primi giorni, il CPI focalizzata su come mobilitare i contadini e i lavoratori verso una causa rivoluzionaria, mentre allo stesso tempo influenzando il Congresso nello sviluppo di un robusto Sinistra pendente ideologia. Tuttavia, avendo le sue radici nel movimento Comunista internazionale significava che il CPI ha lottato duramente per mantenere i piedi radicati nel movimento nazionalista. Problemi sorsero quando nel 1940 Gandhi ha lanciato il movimento Quit India contro gli Inglesi quasi allo stesso tempo, quando l’Unione Sovietica ha esortato il CPI per eseguire la guerra Britannico sforzi nella lotta contro il Fascismo. Nei loro sforzi per compiacere i Russi, hanno alienato da sé la lotta nazionalista.

Nonostante l’ampio ricorso dell’ideologia di Sinistra, però, era MN Roy CPI e la sua successiva propaggini che ha continuato a diventare il volto della Sinistra politica in India. (Wikimedia Commons)

Post-Indipendenza, però, il partito sorti indietro a formare leader lotte armate in diversi principati, dove i governanti principesco erano riluttanti a rinunciare al potere. Più degno di nota tra queste è stata la ribellione contro il Nizam di Hyderabad. In Manipur e Bihar troppo, il party ideologico e sentivo forte impatto in termini di agraria e dei movimenti sindacali hanno portato. Dal 1952, ha compreso la necessità di occupare lo spazio di governance, piuttosto che solo le strade e hanno deciso di abbracciare parlamentare della politica. Avendo riuscito a raccogliere un sostegno sufficiente tra alcune sezioni della popolazione Indiana, si è subito emerso come il primo leader del partito di opposizione, che il Congresso di fronte.

Subito dopo, la parte che ha subito il suo primo successo elettorale nello stato del Kerala, nel 1957 Legislativo elezioni per l’Assemblea. Due decenni più tardi, il partito ha guadagnato un piede nel Bengala Occidentale e subito dopo in Tripura.

E. M. S. Namboodiripad servito come primo ministro dello stato del Kerala. (Wikimedia Commons)

Agli inizi del 1960, tuttavia, le condizioni internazionali che interessano il Comunismo aveva modificato ancora una volta, le onde che si sarebbe sentita fortemente la Sinistra politica dell’India. L’Unione Sovietica e la Cina (due più importanti Comunista potenze del mondo) erano pugnali disegnato sopra ideologica della Sinistra politica. Il Cinese, guidata da Mao Zedong, ha denunciato i Russi per pendente verso Ovest, come tutti i mezzi diplomatici per la diffusione del Comunismo, piuttosto che condurre una lotta armata. Il conflitto ideologico tra i due paesi ha avuto il suo effetto immediato sulla CPI, disegno robusto linee tra coloro che propendevano per un Sovietico filosofia e coloro che hanno sostenuto il Cinese. La politica di suolo in India, era favorevole al conflitto nel CPI. Indo-Cina guerra di confine nel 1962 influenzato la politica all’interno del partito con una sezione di supporto Nehru, mentre l’altro radicale sezione contrario di ciò che credono vere e proprie aggressioni nei confronti della Cina.

Il partito si divide

La politica interna del CPI presto si è manifestato con la famosa divisione del 1964, quando il radicale sezione pendente verso la Cina camminato fuori di una riunione tenutasi a Delhi, si chiama il ” vero partito comunista’. Subito dopo sarebbero il Partito Comunista dell’India (Marxista) (CPI-M), che alla fine si è oscurato il CPI parlamentari politica.

Tre anni dopo la divisione del 1964, tuttavia, c’era ancora un altro dissensi all’interno del CPI-M, con una fazione dei radicali, sostenendo che il partito, impegnato nella politica parlamentare, aveva attribuito la causa originaria della rivoluzione armata. Nel 1969, questo gruppo, guidato da Charu Mazumdar led violenti attacchi a Naxalbari, nel Nord del Bengala, nel tentativo di replicare una rivoluzione Cinese. Il movimento fu presto schiacciato quando il CPI-M, che in quel momento era parte di un governo di coalizione nel Bengala, si abbatterono su di esso, ironia della sorte accusandola di trarre ispirazione da Mao, piuttosto che in seguito a ciò che l’India stava per. Nonostante il fallimento di Mazumdar del movimento, però, la rivoluzione ha tentato di incendiare, stabilite le radici di quello che è ora il movimento Maoista nel paese.

Nonostante il fallimento di Charu Mazumdar del movimento, però, la rivoluzione ha tentato di incendiare, stabilite le radici di quello che è ora il movimento Maoista nel paese.

Il ricorrente spaccature all’interno del partito, basata principalmente su ciò che proprio l’ideologia Marxista ha comportato, però, non riusciva a scuotere la Sinistra influenza sulla tre stati si era guadagnato il controllo negli anni 50 e 60. In Kerala, il Fronte di Sinistra tenuti in alternanza con il Congresso di presiedere il governo, nel Bengala Occidentale, il CPI-M, una volta saliti al potere nel 1977 con Jyoti Basu leadership, tenutosi a potenza per tre decenni. In Tripura troppo il CPI-M è venuto al potere nel 1988, e ad eccezione di un breve momento di Congresso di regola tra il 1992 e il 1998, lo stato era governato dalla Sinistra fino al rovesciato dal BJP all’inizio di questo mese.

Lo zafferano è una sfida

È interessante notare che, mentre il Congresso e la Sinistra mantenuto tussling per il potere in questi tre stati, essi sono stati piuttosto isolato da un approccio di zafferano nel loro territorio per anni. “Il tipo di ideologico disposizione che Jan Sangh aveva non era culturalmente favorevole per disegnare su Bengalese psiche. Per esempio, nel Bengala Ram Navami non ha alcun fascino, perché Bengalesi non hanno nulla Ram Navami nel nostro universo culturale,” dice Chakrabarty, che spiega perché la Gen Sangh non potevano fare spazio nel Bengala Occidentale, in opposizione al Congresso. Ha esteso lo stesso argomento del Kerala, dove, ha detto, storicamente, una ricca tradizione culturale dell’internazionalismo esistito che non poteva convivere con il inclinazioni ideologiche di Jan Sangh o il BJP, che si era radicata in una corrente nazionalista.

Ma un ruder shock per la Sinistra era ancora a venire nel mese di Marzo 2018, quando il BJP ha fatto la storia, introducendo lo zafferano per la terra di rosso in Tripura. PTI (foto)

Tuttavia, ciò che è degno di nota è che la tradizione culturale e ideologica posizionamento di una certa comunità non può mai decidere il destino di un partito in politica elettorale. Questo è stato evidente quando la Sinistra subito una drastica perdita di potenza nel Bengala Occidentale nel 2011 per l’All India Trinamool Congresso guidato da Mamata Banerjee. La politica di rapida industrializzazione di stato dal 1994, porta a una baldoria di accompagnamento acquisizioni di terreni presto alienato di ampie fasce della popolazione rurale, fatto spazio per una politica alternativa partito a prendere il centro della scena.

Ma un ruder shock per la Sinistra era ancora a venire nel mese di Marzo 2018, quando il BJP ha fatto la storia, introducendo lo zafferano per la terra di rosso in Tripura. Il battente del partito al potere ha sollevato seri interrogativi sul futuro della Sinistra politica in India e in che misura l’ideologia di Marx è stato efficace nel migliorare la realtà pratica della vita quotidiana in India. “Quando si pensa di elezioni in India, che hanno deciso di non sulla base di ideologico priorità, ma sulla base di persone disillusione con il provvedimento di autorità. Se si guarda a Tripi, pensi che il BJP ha alcuna autorità culturale? Ho i miei dubbi. Il BJP ha vinto perché la gente è disillusa con l’incombere della parte Anteriore Sinistra di governo”, dice Chakrabarty.

Come Narendra Modi partito fa la sua prima incursione in una Sinistra bastione, la vera domanda nella mente di tutti è se l’era della Sinistra politica in India è in procinto di incontrare la sua fine. “In India Sinistra ideologia si è evoluto in contrasto con il prevalente sistema di governo guidato dal Congresso. Poiché è oppositiva politica, concettualmente non e ‘ da sempre”, spiega Chakrabarty.

Per tutte le ultime Ricerche, News, download, Indian Express App