Aids in Venezuela: “La mancanza di Farmaci sono una Condanna a morte”

0
90

A causa di Medikamentenmangels HIV-Positivi non vengono affrontati e si ammalano di Folgeinfektionen. Nell’Aids-Centro di Caracas morire i Pazienti, i Medici tra le Mani.

Nel più grande HIV Centro del Paese manca di semplici Utensili, fino ai Farmaci, in particolare

Alejandro Ortegas Corpo è circolare, Macchie nere punteggiate. Mani, Braccia, Piedi e anche il Volto di 21 Anni, come sia forte mal Cicatrici curate coperto. “Non ti Preoccupare, non è contagiosa”, dice lui, come lui di Benvenuto di stendere la Mano. Il Medico, Alejandro nella Clinica del venezuelano Zentraluniversität a Caracas tratta, spiega, le Macchie che provengano da una infezione fungina, di Piccioni, e l’esecutivo. “Per la maggior parte della Gente è qualcosa di innocuo, il vostro sistema Immunitario è quindi chiaro. Ma per HIV-Positivi come Alejandro, che da Mesi non antiretrovirale di Farmaci, può essere fatale”, dice il Medico, tutta aperta davanti al suo disperato Pazienti.

Il abgemagerte Corpo, il Viso pallido, la Pelle a chiazze. Tutto Alejandro ricorda i Pazienti con HIV dal 1980, quando il Virus si diffondeva a macchia d’olio. Le Macchie scure vedere come il Sarcoma di Kaposi, soprattutto in Relazione con l’insorgenza di Cancro, che è molto diffuso il primo era, a quel tempo, con infette dal Virus. “Sembra proprio, ma quello che Alejandro ha, in realtà è solo una Infezione”, assicura il giovane Medico, Alejandro studiato e preferisce rimanere anonimo per non avere Problemi con il Governo.

La Redazione consiglia

Decine di Venezuelani cerca ogni Giorno nel inquinati Acqua del Rio Guaire a qualcosa che il Denaro può fare. La grave crisi Economica, è una delle poche Possibilità di Sopravvivenza. (12.02.2018)

A causa della persistente crisi Economica che c’è in Venezuela, da Mesi, non a sufficienza. Molti l’alta Inflazione non è abbastanza per comprare del Cibo. Si ritorna sempre al Saccheggio. (12.01.2018)

Alle Elezioni i Socialisti tuo primo Ragioni, dopo 16 Anni inserita. Di opposizione e di Governo devono ora essere dovuto trovare un’intesa, altrimenti si rischia che il Paese ancora di più nel Caos. (07.12.2015)

Alejandro, insieme con due Dozzine di altri Pazienti ricoverati nel più grande HIV-Centro in Venezuela trattati. Quasi tutti hanno lo stesso Problema da combattere: le cosiddette Infezioni opportunistiche catturato, perché non sono più i Farmaci Cocktail, nell’Ambito di una Terapia antiretrovirale di combinazione, possono assumere. Questa Terapia è stata all’Inizio degli Anni 2000, un grande passo avanti nel Trattamento dell’infezione da HIV e impedisce che l’Aids come Conseguenza del Virus. Anche la Probabilità che il Virus hiv dalla Madre al suo Bambino viene trasferito, mediante l’Uso di antiretrovirali riduce notevolmente. Ma in Venezuela è un Trattamento attualmente quasi impossibile. “La Situazione della maggior parte dei Pazienti è di nuovo in modo simile, o forse anche peggio di 30 o 35 Anni”, ha detto Martin Carballo, il Direttore della Clinica.

“Come una Condanna a morte”

Circa due Anni fa, quando la crisi Economica in Venezuela, a causa della rapida caduta dei prezzi del Petrolio le Dimensioni di una Catastrofe umanitaria, ha accettato, ha iniziato il Governo, sempre meno Farmaci per l’importazione. Prima erano solo semplici Farmaci interessati, quindi Antibiotici o circa anti-infiammatori. Dall’Anno scorso, soffrono anche di Pazienti con Malattie croniche, Farmaci costosi bisogno, tra i ristretti di Consegna. I Pazienti con HIV avuto prima Problemi alla Fine del 2016, giusto critica è la Situazione per poi 2017. Carballo: “questa è una Tragedia. Non i giusti Medicinali, qui, è per molti come una Condanna a morte. Ci mancano qui in Clinica in parte, da più di quattro Mesi, con i Farmaci, alcuni ci hanno da sei Mesi, non di più.“

I Medici dell’azienda ospedaliero-universitaria di Caracas si trovano in un Dilemma etico. Alcuni pensano che in questa precaria Situazione non nuova gravemente malato di HIV, Pazienti presi non si poteva trattare. A parte il fatto che non ci sono antiretrovirali principi Attivi ci sono,manca anche tutto il resto: i Guanti sulle Siringhe fino a Antibiotici e Antidolorifici. “Stiamo lavorando al Limite, ma non riescono nemmeno che la Gente qui è morire con Dignità. Oltre la Volontà di aiutare il nostro medico di Competenze siamo in grado di Malati nulla da offrire. Noi, i Pazienti devono anche chiedere di acqua Potabile di casa di portare con sé”, lamenta anche Maria Eugenia Landaeta, la Direttrice della Infeziologia.

Un Ospedale è allegata Scivolone chiede Arzneimittelspenden

Se Siringhe, o Detergenti – manca del tutto

Jorge, uno dei Pazienti, parla, ora non più. La maggior parte del Tempo, i suoi Occhi in un Punto qualsiasi in Camera fissa, in il Sole tropicale di Caracas sembra. Una sottile Sciarpa ricopre. In Controluce la siccità Gambe che la Seniorenwindel che indossa. Jorges Viso è leichenblass, essere cementizi Bocca è sempre aperta.

“Sta morendo, è finita. Lo hanno ucciso”, ha detto sua Sorella Sol Reys. È già Jorges terzo Ricovero in Ospedale, entro otto Mesi. Da quando gli Ingredienti per l’Anti-Aids Farmaci Cocktail rar, vai sempre più veloce in discesa. “E’ stato per molti Anni malato e ha sempre avuto, ancora una volta, le Ricadute. Ma ora è senza speranza”, dice, mentre una Zanzara vende, cerca sempre di, sul Fronte del bewegungsunfähigen Fratello stabilirsi. “Detergenti, Pannolini, Antidolorifici, Mangiare, mio Dio, anche l’Acqua – tutto ciò che Jorge qui, io stesso ho portato.”

Storie come quella di Jorge Alejandro non sono isolate in un Paese in cui anche i Contraccettivi ormai quasi scomparsa dal Mercato o che sono così costosi che i Media Venezuelani non può permettersi. Dal 2016 distribuito il Governo non usare il Preservativo più della Popolazione, il Prezzo in Farmacia si trova a 20 fino al 30 per Cento del reddito minimo mensile. “Questo è un Problema molto serio, semplicemente, non c’è Controllo delle nascite più. Sappiamo che al momento non quanto le Malattie a trasmissione sessuale nel Paese di diffondersi, perché c’è da parte dello Stato, da più di due Anni non ufficiale di Pagare di più”, spiega Nubia Laguna dall’ONG “Niña Madre” (“Muttermädchen”), le giovani Madri supportate.

“Io sono ancora giovane, voglio vivere”

In linea di Ambulatorio dell’azienda ospedaliero-universitaria di Caracas sono ogni Giorno Decine, a volte anche più di cento Persone. “Prima vennero a Settimana per cinque, dieci Pazienti con Sospetto di HIV. Oggi sono il doppio. Ogni giorno”, dice Landaeta. Oltre a ciò va detto che all’Ospedale la Reagenzstoffe mancavano per il Test HIV. “Difficilmente un Venezuelano di oggi nel sistema Sanitario pubblico di capire se lui o lei è positivo. Per un Test, si deve pagare un extra”, dice Davi Flora, anche nell’ospedale Universitario che lavora. “Ma se non sappiamo se il Paziente HIV-positivo e, se sì, quanto è forte il Virus con lui si è diffuso, non siamo in grado di iniziare un Trattamento.”

Alejandro bianco, lui che il Tempo stia cominciando a diminuire. Senza i Farmaci non c’è molto di quello che i Medici che potete fare per lui. “Ho Paura, a un Punto in cui non esiste una Cura più”, ha detto. Così come nelle scorse Settimane anche in altri Pazienti della Stazione è successo: “vedo la Gente morire qui. Ma io sono ancora giovane, voglio continuare a vivere e so che posso farlo con il farmaco giusto.” I peggiori Giorni della sua Attesa dei Farmaci e alla sua Lotta contro le Infezioni cerca di Alejandro Sosta nella Bibbia. La sua Preferita è Geremia 33,6: “Ecco, io voglio guarire, e guarire, e lo duratura Pace concedere.”

Guarda il Video 01:15 pezzi

Crisi di approvvigionamento in Venezuela sta degenerando

Inviare Facebook Twitter google+, Tumblr VZ Mr. Wong Xing informazione dal mondo digitale Yigg Newsvine Digg

Permalink http://p.dw.com/p/2qj5h

Crisi di approvvigionamento in Venezuela sta degenerando