Giornalisti nel Mirino

0
38

Tra Censura, il Carcere e l’Omicidio: Critici, Giornalisti in molti Stati soppressi e ostacoli. Deniz Yücel è attualmente il più importante Caso tedesco, ma in tutto il mondo, solo uno dei tanti.

“Io lavoro in uno dei Paesi più letali per la Stampa.” In un Paese in cui, anche se ufficialmente non è una Guerra regni”, in cui, tuttavia, molti Giornalisti sono stati uccisi in Afghanistan, Libia, Iraq o la Siria.” L’ha scritto il messicano Investigativ Giornalista Lilia Perez, qualche Tempo fa, in un Gastkommentar per la Deutsche Welle. Perez e i suoi Colleghi, in Messico, sono nel Mirino di Cartelli o di Funzionari corrotti, i critici, i Giornalisti di mettere a Tacere, con tutti i Mezzi.

Un alto Prezzo pagato

La Giornalista parla di come la loro Professione, tuttavia, in modo responsabile e indipendente aver esercitato, senza farsi corrompere. È un fatto di “pagare un Prezzo elevato: Minacce, Aggressioni, giudiziario e molto di più.” Perez si rifugiò 2012 come primo Giornalista messicana temporaneamente in Esilio in Italia. Messico, la Siria e l’Afghanistan sia i Paesi in cui il Rischio è particolarmente elevato, come Giornalista di essere ucciso”, dice Christian Mihr, in un Colloquio con il DW. Per il Direttore generale di Reporter senza Frontiere (ROG) si evidenziano, in Messico e in Siria, un Problema generale.

Proteste in Messico City contro Journalistenmorde

Anche se è del tutto diversi Paesi sono, in entrambi i Casi abbiamo a che fare con zerfallender Statualità”. In alcune Regioni del Messico, meno di osservare che lo Stato lì quasi non esistono più. “La Criminalità organizzata ha il Potere assunto e Giornalisti-programmi di Protezione funzionano perché le Autorità corrotti o con la Criminalità organizzata verbandelt.” Siria sia simile, perché anche lì poco, ancora funzionante, le Strutture statali do.

Pestaggio dopo il Controllo del traffico

In alcuni Paesi, bastano minime Occasioni per le Aggressioni. “Nel mese di Settembre 2014 sono stato dalla Polizia stradale picchiato”, ha riferito il Giornalista Privilege Musvanhiri dello Zimbabwe in un DW-Enfasi sulla libertà di Stampa. Musvanhiris Reato: aveva fotografato, come agenti di Polizia con l’Equipaggio di un Pendlerbusses Litigare, a causa di un presunto Verkehrsdelikts avevano fermato. “Si è trattata di me con Manganelli, anche dopo aver saputo che ero un Giornalista accreditato per me”. Quando si tratta di reati contro la libertà di Stampa, preoccupazioni, Paesi come la Cina, l’Iran o la Russia da Anni sui giornali.

Ma anche in Paesi come la Polonia o l’Ungheria consigliato di Giornalisti sempre più sotto Pressione. Come Reporter Senza Frontiere ha annunciato, aggravando i suoi rechtskonservativen Governi con le nuove Leggi, il Controllo di diritto pubblico, i Media e mettere da Assegnazioni statali Annunci privati Media sotto Pressione. In ROG Classifica la Corea del nord è all’ultimo Posto (180) dietro l’Eritrea (179) e il Turkmenistan (178). Solo lo scorso Anno, dopo un Bilancio di Reporter Senza Frontiere in tutto il mondo 65 Giornalisti uccisi e 54 rapito, 326 sedersi in Carcere. È terrificante, allo stesso tempo sobria Pagare solo con Storie di Giornalisti come Perez e Musvanhiri fanno intuire che i Destini e le Tragedie dietro a nascondere e cosa in concreto per il Lavoro dei Giornalisti.

Giornalisti, politici Ostaggi

Che non vi è alcuna Garanzia per l’indipendenza e la libertà di Stampa, sottolinea il di Sviluppo in Turchia. Al più tardi a partire dal tentativo di colpo di stato nel Luglio del 2016 filettiert Capo di stato recep tayyip Erdogan, la libertà di Stampa. Dopo ROG-più di 150 Giornalisti arrestati e circa 150 case editrici stato chiuso. Nel frattempo, la Turchia è in ROG Classifica della libertà di Stampa, su un posteriore Gradi scivolata via: 150 ° Posto.

Solidaritätskundgebung a Berlino per Yücel

La tedesca Pubblico che guarda soprattutto per infierire sulla Turchia, perché la Detenzione del Corrispondente del Quotidiano Il Mondo, Deniz Yücel, un Anno fa, le Relazioni bilaterali di credito. 44 anni, Tedesca, turca Radici viene Terrorpropaganda accusati. Yücel aveva, tra l’altro, a Limitazioni della libertà di Stampa in Turchia ha. Christian Mihr di Reporter Senza Frontiere vede Yücel come Vittima della politica estera, delle Pressioni che la Turchia con il suo arresto in Germania producono voleva.

Presunta Minaccia per la Sicurezza Nazionale

Il Direttore generale di Reporter senza Frontiere presenta simili Eventi. In Iran ho STATUNITENSE Reporter Jason Rezian dal Washington Post dal 2015 al 2016 18 Mesi nelle Carceri iraniane devono passare. “Era una politica Ostaggio dell’Iran”, spiega Mihr. Un altro Caso in Iran erano due tedeschi Foto-Reporter Marco Helbig e Jens Koch stato, “nel 2010, per quattro Mesi in Iran imprigionato e, in ultima analisi, anche le Vittime di politica estera Pressione.”

Questi Casi mostrano come demokratiefeindliche Governi o le Dittature, Libertà di rettifica. La loro Azione è simile: Critiche, viene spesso considerato un Pericolo per la Sicurezza Nazionale o Terrorpropaganda di marca e Giornalisti politico Pegno abusato. Indipendente Giornalismo come forma di Controllo, le Irregolarità denunciate e anprangert o il Potente in caso di Errori sulle Dita bussa, ha in questi Paesi non Possibilità.

Dopo tutto, le preoccupazioni celebrità Casi come quello di Deniz Yücel, secondo la Valutazione di Christian Mihr, che non solo Giornalisti, ma anche normali Cittadini Occhi, “cosa è un Bene prezioso della libertà di Stampa e che il Giornalismo in Pressione e costantemente minacciato.”