Kasganj violenza: Negozi di proprietà di Musulmani sventrato, Indù dipendenti in dire straits

0
44

La maggior parte dei negozi che sono stati sventrati, impiegati assistenti alla comunità Indù.

Notizie Correlate

  • Kasganj: Polizia recuperare l’arma usata per uccidere Chandan Gupta

  • Vista Da Destra: Focus su Kasganj

  • Kasganj violenza: AMU gruppo si riunisce IG, sostiene due imputati erano in Aligarh sulla festa della Repubblica

Veer Bahadur ha fatto una serie di disperati telefonate al suo datore di lavoro Sardar Ali Khan. Il 25-year-old è in disperato bisogno di denaro-il negozio presso il quale ha lavorato in Kasganj stato incendiato da un gruppo di facinorosi in seguito alla morte di un giovane, il mese scorso. Il 27 gennaio, una folla in fiamme veicoli e negozi appartenenti alla comunità Musulmana, a Ghantaghar Chowk in Kasganj in seguito alla morte di Abhishek Gupta. La maggior parte dei negozi che sono stati sventrati, impiegati assistenti alla comunità Indù. Bahadur la storia assomiglia a quelle di almeno 20 lavoratori appartenenti alla comunità Indù che sono stati impiegati in cinque negozi di proprietà di Musulmani, sventrato.

Parlando a The Indian Express al telefono, Veer Bahadur, ha detto, “ho lavorato a Baba Azienda di Scarpe per sette anni. Ho avuto Rs 180 al giorno, e vissuto in mano alla bocca. Ora, io non so cosa fare. Devo cercare un altro lavoro.”

Lettura | Omicidio accusato, WhatsApp group admin arrestato

Sardar Ali Khan, il 50-year-old proprietario di Baba Shoe Company, non è andato a bottega dal 26 gennaio sera. “Bahadur mi ha chiamato diverse volte per chiedere soldi… posso dargli Rs 500, ma si deve guardare per altri lavori. Beni per un valore di Rs 8 lakh sono stati distrutti. Come faccio a ricostruire il negozio di nuovo?”, ha detto. Ha aggiunto che aveva impiegato sei persone, quattro di loro Indù. Ha ricordato la situazione di tensione dopo Gupta morte. “Una folla ha cercato di impostare il mio negozio on fire. Mi è stato tirato fuori e picchiato… Le autorità hanno agito… ci vuole generazioni a costruire un business, tutto sembra tetro ora,” ha detto. Il governo dovrebbe fornire prestiti senza interessi a coloro che sono interessati, ha aggiunto.

Accanto a Baba Shoe Company, è il sventrato tre piani, Sherwani Boot Shop. Proprietario Ahmed Mansoor, 60, aveva trascorso gran parte dei suoi risparmi su sua moglie trattamento, ma lei è morta due anni fa. “Io sono ancora per ripagare il debito intraprese per il trattamento. Il mio negozio di beni del valore di Rs 50 lakh di Rs 1.75 lakh di cassa”, ha detto. Egli ha impiegato otto lavoratori, sei di loro Indù. Due di loro, Babu Ram e Rahul, aveva chiamato lui per i soldi, ha detto. “Non riesco a pagare la loro” Ahmed aggiunto.

Leggi anche | AMU gruppo si riunisce IG, sostiene due imputati erano in Aligarh sulla festa della Repubblica

Mentre il destino del suo business è chiaro, sperava che i suoi operai lo avrebbe aiutato. Babu di Ram è stato lavorare con lui per 20 anni, e ha uno stipendio mensile di Rs 20,000. “Berozgaar ho gaye bas ab. Jitna hoga Ahmed Sahab ki madad karenge, lekin hume bhi pet chalana hai… jin di accesso ke dukaane jalaeein unko ciao pata nahi è dukaan ke zayadatar cliente Indù hain (Siamo diventati disoccupati. Ci aiuterà Ahmed Sahab, per quanto possiamo, ma dobbiamo nutrire noi stessi… Quelli i cui negozi sono stati bruciati non sanno che la maggior parte dei loro clienti sono Indù),” ha detto.

Per tutte le ultime India News, download Indian Express App