Delhi HC cerca govt stare sul PIL per il cambio di Musulmani il diritto di successione

0
9

Il governo centrale standing consiglio Monika Arora ha detto la panchina che Legge la Commissione stava esaminando il problema.

Le Top News

  • Chiediamo colpevole di essere impiccato: i membri della Famiglia di un operaio, di un attacco, bruciato vivo in Rajasthan

  • Ambedkar riga: Mani Shankar Aiyar chiamate Modi ‘neech aadmi’, PM termini di un ‘Mughlai mentalità’

  • NGT detiene Sri Sri Ravishankar del AOL responsabile Yamuna danni alluvionali del

L’Alta Corte di Delhi oggi ha cercato il Centro di risposta su un PIL di modificare il Muslim personal law in eredità, sostenendo che le donne Musulmane sono stati discriminati su questioni relative alla condivisione dei beni.

Un banco di Acting Chief Justice Gita Mittal e Giustizia C Hari Shankar ha chiesto al Ministero di Diritto e di Giustizia di esaminare la questione della presunta pratica di discriminazione nel diritto Musulmano in eredità.

Ha diretto il governo a presentare il suo stand positivamente prima della prossima udienza il 9 aprile del prossimo anno.

Il governo centrale standing consiglio Monika Arora ha detto la panchina che Legge la Commissione stava esaminando il problema.

Il tribunale era stato adito un appello da parte di una organizzazione sociale –Sahara Kalyan Samiti– che ha cercato di ottenere la parità di diritti di successione per le donne Musulmane.

La petizione, presentata dall’avvocato Raghav Awasthi dichiarato che le donne Musulmane in India sono stati discriminati, come loro diritto di successione sono stati interessati in confronto ai loro colleghi maschi.

Ha detto che la discriminazione basata sul diritto consuetudinario e la legge statutaria è stata violazione di un diritto fondamentale all’uguaglianza sancito ai sensi degli Articoli 14, 19, 21 e alle altre disposizioni pertinenti della Costituzione.

Il motivo, ha sostenuto che l’Articolo 13 della Costituzione, incluse leggi personali compresi i Musulmani leggi personali. “È errato supporre che leggi personali sono esclusi dall’ambito di esame,” ha detto.

Essa ha sostenuto che uno spoglio spoglio di legge dimostra che una moglie deve ricevere 1/8 di proprietà del marito alla sua morte, se hanno figli. Nel caso In cui non ci sono figli a carico fuori del matrimonio, ha diritto a 1/4 di proprietà. Una figlia riceve la metà della quota di un figlio.

In netto contrasto, gli uomini ricevono 1/4 di proprietà di sua moglie, alla sua morte, se hanno figli. Nel caso In cui non ci sono figli a carico fuori del matrimonio, ha diritto alla metà della proprietà. Un figlio deve ricevere il doppio della quota della figlia, il motivo presunto.

“Quindi, è chiaramente percepibile che le donne in virtù della presente legge Islamica in vigore, per il semplice factum del loro essere donne, la natura di una moglie o una figlia, sono solo diritto alla metà della quota dei loro colleghi maschi,” ha detto.

Per tutte le ultime India News, download Indian Express App