UNESCO è in Crisi? Le reazioni all’Uscita degli stati UNITI

0
13

Monika Grütters parla di un «totalmente falso Segnale», Olaf Zimmermann si chiama «un duro Colpo» dall’UNESCO, Direttrice Irina Bokova si rammarica profondamente. Come la sfera culturale dall’UNESCO, la Fuoriuscita degli stati UNITI.

Gli stati Uniti tornano delle nazioni UNITE per la Cultura, per la Fine dell’Anno la Schiena. Questo è stato annunciato segretario di stato USA Rex Tillerson UNESCO-Direttrice generale Irina Bokova, il Giovedì (12.10.2017).

Poche Ore più tardi il primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha annunciato che anche il suo Paese dall’UNESCO fuoriuscita io. Netanyahu ho il dipartimento di stato incaricato al Ritiro del suo Paese a fianco degli stati UNITI di preparare, ha detto in una Dichiarazione dall’Ufficio del Governo.

Bokova, la cui Successione di Venerdì ha deciso di, ha detto a Parigi, che il Passaggio del Governo del Presidente degli stati UNITI, Donald Trump è molto deplorevole. Ha ricordato la lunga stretta Collaborazione con gli stati UNITI, e ha definito il loro Ritiro, una Perdita per la «Famiglia delle Nazioni».

Kulturstaatsministerin Monika Grütters ha annunciato con un Comunicato stampa, di Parola, la Fuoriuscita degli stati UNITI, proprio per il Momento, come «Segnale completamente sbagliato»». «In un Contesto di crescente delle Crisi globali, in particolare, è internazionale e la politica Culturale di un potente e affidabile Organizzazione ONU di fondamentale Importanza».

Vista l’imminente Cambio al vertice dell’UNESCO, ha detto di più che questo, ancor più, con la Speranza associa il, che «a causa di un forte Atteggiamento politico di nuovo in modo più efficace gli Obiettivi dell’Organizzazione possono essere perseguiti — e, quindi, delle Prospettive, gli stati UNITI, a medio termine, anche per riavvicinare».

Olaf Zimmermann, Direttore del Deutsches consiglio della cultura, ha parlato di «un grave Colpo per l’internazionale Kulturzusammenarbeit». Anche deplora la Decisione degli stati UNITI, ma in ultima analisi, da temere di stato. «Non solo in condizioni di Donald Trump, ma anche sotto il suo Predecessore di Barack Obama, gli stati UNITI hanno spaventosamente poco Interesse internazionale Kulturzusammenarbeit nell’Ambito dell’UNESCO», Zimmermann.

Oltre a Rappresentanti di importanti Istituzioni culturali, ha riferito, tra l’altro, anche il tedesco-israeliano Artisti Shahak Shapira con un Commento ironico per Parola, con la quale Donald Trumps zögerliches Comportamento dei Disordini in Charlottesville ascolto. Trump aveva i diritti di Violenza allora non immediatamente condannato.

Inoltre, Shapira la Motivazione del Dipartimento di stato AMERICANO Riferimento, in cui si afferma che la Decisione anche le Preoccupazioni degli stati UNITI Fattura porto, la mancata Riforma dell’UNESCO e anti-israeliano, Posizioni per fare l’avrebbero. In Futuro, la lana Non è Membro di mantenere l’impegno.

L’UNESCO — l’Acronimo sta per United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization (Organizzazione delle Nazioni unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) — è una delle 16 agenzie Specializzate delle Nazioni Unite. Si persegue l’Obiettivo di Promuovere la Cooperazione internazionale in materia di Istruzione, Scienza, Cultura e Comunicazione per il Mantenimento della Pace e la Sicurezza. «Poiché le Guerre nella Mente delle Persone, deve essere anche la Pace nella Mente delle Persone ancorate», vuol dire che è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO atto costitutivo del 1945. La sede dell’UNESCO a Parigi.

bb/boro (AP, reuters, afp)