Peter Materna: “il Jazz è uno stile di Vita”

0
94

Nella Conversazione con la Deutsche Welle ha spiegato il Responsabile del Jazzfests Bonn (12.-27.Maggio 2017), perché il Festival continua a crescere e perché vi è un crescente Interesse per il Genere.

Deutsche Welle: Da alcuni Anni vedo al Jazzfest Bonn Wachstumstendenz, o almeno di una Estensione temporale.

Peter Materna: Non solo tempo, ma anche per la Capacità oggetto: ora Abbiamo 1000 Biglietti in più rispetto all’anno Precedente. La Festa è stata sempre al 100% è occupato, in questo Anno, probabilmente anche creare. Con all’Opera di Bonn, abbiamo anche una nuova Sede. Il Jazzfest Bonn, quindi, è cresciuta. Volevo consapevole e inferiore, per una certa Esclusività e la Vicinanza agli Artisti si riserva anche. Una Sala con più di 1000 Posti a sedere, con lo Svantaggio che molti Visitatori l’Artista non vedere correttamente. Trovo bello, quando le gocce di sudore e il Sorriso può percepire, e la Musica acustica può percepire. Questo può essere in un teatro dell’Opera, anche sul retro, Posti ancora. Ma a partire da una certa Dimensione ha la Musica, semplicemente, non è più il Senso che si potrebbe avere.

Ci sono, a partire da una certa Dimensione anche il Problema che, personalmente, dominante Organizzatore, il Controllo, il Festival avrebbe perso?

Spero di no, che succede! Mi è molto a Cuore, che c’è una certa eterogenei punto di vista e la Diversità rappresenta per molte Persone. Qui – in della Regione di Colonia-Bonn – ci siamo, molto fortunati, che abbiamo qui per molte Persone, di accettare. Per una “piccola” Città di Bonn, questo è già degno di nota! Le Persone che lavorano qui sono molto kulturaffin.

“Una Questione di Finanza”

C’è in questa Nicchia, in cui il Festival si muove anche Spazio per Attività in materia di Jazz al di fuori della Festivalzeit?

Io credo che un Festival tutto funziona bene, se si è in un certo periodo di Tempo, la messa a fuoco. Un piano di gioco, come una Casa, come il teatro dell’Opera di Bonn, ha, con i Mezzi che abbiamo, semplicemente, non è possibile. È ipotizzabile e auspicabile, ancora un po ‘ di più alta classe di Jazz al di fuori della nostra Stagione. Alla Fine è una Questione di Finanze. Se la Mano pubblica è finanziata come i Classici Formati, quindi è ovviamente più facile, come se, come noi, per la maggior Parte sulle sponsorizzazioni.

Hildegard Impara a Volare – il Nome della Band, Peter Materna particolarmente a Cuore

Ottenere il Denaro pubblico?

Abbiamo ricevuto dalla Città di una legge chiara istituzionale la Promozione e anche una piccola Promozione dal Land della Renania settentrionale-Vestfalia. Nel Jazz è purtroppo completamente diversa dalla Classica, che per la Promozione. Si può gioire, se – come noi – un zehnprozentige Sostegno da parte dello stato riceve.

Se il Programma di quest’anno si guardi: che Cosa muove Il Künstlerherz particolarmente?

Mi rallegro in particolare su “Hildegard Impara a Volare”, un Concerto il 20. Maggio presso la Casa della Storia. E, naturalmente, il nostro Concerto. Ciò stimola il mio fa battere un cuore come Sassofonista: Abbiamo dato a qualcuno un Ospite internazionale Notorietà fa proprio attraverso il Soffitto. E, anche se negli stati uniti si europea Jazzman non piace la Torta di partecipare. Marius Nesset ha, ma è riuscito a. Egli è il nostro Ospite il Sassofonista norvegese che la nostra Festa quest’Anno per completare. Questo è più che degno di essere ascoltato. Ordinare con la sua Musica e il Virtuosismo di tanto in tanto le Coordinate di nuovo.

Molti nuovi Jazzhörer

Come è tipico Jazzhörer? Ci può dare una personale Scheda schizzo? Chi va al Jazzfest Bonn?

Abbiamo di fronte un paio di Anni fa, un Sondaggio fatto che ci diga ha lasciato: La Partecipazione è stata intensa, e più del 50% dei Partecipanti ha dichiarato che per la prima Volta in un Concerto Jazz. Mi ha stupito! La maggior parte di questi erano solo ascoltato la musica Classica.

Da Anni si assiste a un Gerichtsstreit nel Popmusikbereich tra Centrale e Mosè Pelham. Si tratta di due Secondi “accept” durante la riproduzione. Sarebbe qualcosa nel Jazz immaginare?

Peter Materna: Nel Jazz si avrebbe a causa di qualcosa di non in questa Forma di litigare. Si discute di noi, ma anche sui diritti d’autore, se non nel Senso dell’Improvvisazione giocare un Ruolo. Diritti d’autore anche, naturalmente, sono meritevoli di tutela e hanno il loro Senso. Con noi nel Jazz di tutti i suoni degni di protezione, ma in un altro Senso.

Come Sassofonista Peter Materna, anche nella Scena Jazz di viaggio e pubblicati dal 1989 regolarmente Lastre

Ovviamente non è possibile, per mezzo di un musicista Jazz di scrivere, sei senza Nome, di cui “abgekupfert”, o le persone che lo hanno influenzato.

Se ci sono solo sei fossero, sarei così felice! Credo che ci sarebbero più di 600. Ma questo è anche il bello: Il Fondo, si come Musicista può ricorrere, è così grande, e la Sfida, qualcosa di Indipendente, non proprio piccola.

“Con Easy Listening, non ho Problemi”

I pochi Jazz stazioni Radio negli stati UNITI sono tenuti a determinate ore del giorno, un moderato, tranquillo Sottofondo musicale di giocare. Hai anche un Cuore per questo Tipo di Jazz?

L’Apertura, il Aufeinanderzugehen e Comunicare Tra loro – questo è in realtà il Jazz! Non è necessariamente solo una Musica. Si tratta piuttosto di una scelta di Vita, un modo di essere. Siamo aperti per tutto. Questo significa anche che per il commerciale Formati aperti. Pop e Rock sarebbero anche senza questa Idea dell’Improvvisazione e dello Scambio, non è possibile. La formatübergreifenden Idee, vedasi anche la Musica Easy Listening. “Rockit”, Hit di Herbie Hancock (1983) – nutre il buon Uomo di oggi. Questo è perfettamente Bene! Non raggiunge le Persone in Modo positivo e ispirato – che cosa si vuole di più? Nel senso che ho fatto con Easy Listening nel Jazz senza Problemi.

È nella misura in cui, anche qualcosa nel Programma del Festival avrebbero reagito?

Se la Creatività Azioni non siano troppo: Molto volentieri! Il Diritto che c’è qualcosa che la Personalità dell’Artista mostra, è molto importante per me. Se così Wischi-Waschi Musica è, se c’è sostituibile e non si sente più, chi è in realtà gioca, allora diventa più difficile.

Come Sassofonista è il 1965 nati Peter Materna anche in tedesco Incidere in viaggio. Egli ha in Colonia ed Essen, studiato e pubblicato dal 1989 Lastre. Dal 2010 è il Direttore musicale del Jazzfest di Bonn. Con il suo alto profilo Programma il Festival un appuntamento fisso nella vita Culturale della Città consolidata. Dal 12. fino al 27. Maggio 2017 presenta il Jazzfest di Bonn, 23 Concerti con Artisti nazionali e internazionali provenienti da tutti gli stili di gioco del Jazz.

La DW è lunga e Media partner del Festival e premia sei Concerti per il Podcast Audio di Serie “Jazz live!”. Due Concerti nella Serie TV “Europe in Concert”.

La Discussione ha portato Rick Fulker.