La Fotocamera Impostazioni Più Importanti: la Velocità dell’Otturatore, Diaframma e ISO Spiegato

0
1542

Ottenere una bella fotocamera è solo il primo passo per fare delle grandi foto—si hanno anche per imparare ad usarlo. Tiro in auto sarà solo prendere finora. La velocità dell’otturatore, diaframma, ISO e può sembrare intimidatorio fotografo termini, ma sono abbastanza semplice e fondamentale per ottenere foto di qualità.

È Tutto Circa l’Esposizione

Dentro ogni macchina digitale fotografica sensore che registra le immagini riprese. Quando si scatta una foto, il pulsante di scatto che di solito copre il sensore si apre, e la luce che entra attraverso l’obiettivo cade sul sensore, dove viene convertita in dati digitali.

Una foto avrà un aspetto molto diverso a seconda della quantità di luce che raggiunge il sensore. Se solo un po ‘ di luce che colpisce il sensore, l’immagine sarà molto più scuro rispetto a quello in cui la luce è venuto inondazioni.

Per ogni scena, ci sarà una quantità ideale di luce di entrare. Se si lascia troppo poca luce di colpire il sensore, la scena sembra troppo scuro; se si lascia troppo, sarà troppo luminoso. Si può vedere un esempio di quello che si presenta come nella foto qui sotto.

C’è una linea sottile tra gergo e legittimo termini tecnici, ma con la fotografia ci sono alcune parole che avete bisogno di sapere. Ogni volta che si scatta una foto, è la “realizzazione di un’esposizione”. Se le impostazioni sono giuste, sarà una “buona esposizione”. Se la foto è troppo scura, è “sottoesposta”. Se è troppo luminoso, è “sovraesposta”.

Quando si tratta di controllare la quantità di luce che raggiunge il sensore—aka controllare l’esposizione—si hanno due opzioni principali: cambiamento per quanto tempo l’otturatore rimane aperto (noi la chiamiamo “tempo di posa”) o cambiare quanto è grande l’apertura dell’obiettivo che lascia filtrare la luce attraverso (che è il “diaframma”). Più lungo è il tempo di posa o il più grande è l’apertura, più luce viene lasciata passare.

Se stai girando con “luce naturale” (nel senso di non utilizzare lampeggia), la quantità di luce disponibile in ogni scena è fissa. Per fare una buona esposizione, è necessario utilizzare una combinazione di velocità dell’otturatore e il diaframma che consente la giusta quantità di luce di colpire il sensore. In una stanza buia, non hai molta luce, in modo che si desidera utilizzare il più lungo tempo di posa e diaframma più aperto possibile. In una luminosa giornata di sole, tuttavia, è davvero facile a sovraesporre le foto, quindi è necessario limitare la quantità di luce che raggiunge il sensore. In questi casi, non sarà in grado di utilizzare diaframmi aperti e tempi lunghi per l’otturatore, o almeno non insieme.

Tutto sarebbe stato facile, tranne la velocità dell’otturatore e il diaframma sono altri effetti alle tue foto, troppo. Sentirsi sopraffatti ancora? Non preoccupatevi, vi accompagneremo attraverso le nozioni di base. Cominciamo con la velocità dell’otturatore.

Come La Velocità Dell’Otturatore Riguarda Le Tue Foto

La velocità dell’otturatore, di nuovo, ci si riferisce a quanto tempo l’otturatore rimane aperto quando si scatta una foto. La maggior parte delle fotocamere in grado di gestire la velocità di scatto di 1/4000th di secondo fino a 30 secondi. La velocità dell’otturatore—si potrebbe vedere anche chiamato “l’esposizione di lunghezza”—riguarda l’esposizione, come descritto nella sezione precedente, mentre anche la determinazione di come il movimento viene registrato nelle foto.

Ho preso la foto qui sotto con una velocità dell’otturatore di 1/2000 di un secondo. C’è una tempesta stasera in Irlanda, quindi è molto ventoso. Guardando questa immagine, anche se non sembra. Le foglie sono bloccati in posizione.

Questa immagine è stata scattata pochi istanti dopo, con una velocità dell’otturatore di 1/15 ° di secondo. Guardate come le foglie ora sono sfocate in alcuni luoghi. Questo perché durante la 1/15 secondo l’otturatore è aperto, le foglie spostato.

Se si utilizza una fotocamera senza un treppiede, c’è un limite su come rallentare la velocità dell’otturatore è possibile utilizzare. Se è meno di circa 1/100th di un secondo, ci sarà qualche motion blur solo dalle mani premendo il pulsante di scatto.

Come Diaframma Influisce Sulle Tue Foto

Il diaframma è la dimensione dell’apertura che la luce passa attraverso l’obiettivo. È misurata in “f-stop”. Più lenti di un diaframma tra f/1.8 e f/5.6, e una apertura minima di f/22.

Anche se non è importante da ricordare, un f-stop è il rapporto tra la lunghezza focale dell’obiettivo e il diaframma. Se un obiettivo con una focale 50mm è impostato su un f-stop f/2.0, l’apertura è di 25mm—si divide la lunghezza focale (f), per il numero di sotto.

Questo significa che—e questa è la parte che avete bisogno di ricordare la bassa e l’f-stop, più il diaframma è aperto, e quindi più luce.

Diaframma colpisce l’esposizione della foto, ma controlla anche la “profondità di campo” (in quanto la foto è a fuoco). Il più ampio è il diaframma, più sottile l’area dell’immagine che sarà a fuoco. Se guardate l’immagine qui sotto, che ho scattato con un diaframma di f/1.8, solo la faccia di un modello in realtà è a fuoco. Anche le orecchie sono un po ‘ sfocate. Lo sfondo è completamente sparito. Questa è una ridotta profondità di campo.

Questa immagine, tuttavia, è stata scattata con un diaframma di f/11. Ho voluto lo sciatore e le montagne sullo sfondo a fuoco. Se avessi girato questo f/1.8, qualcosa dovrebbe essere sfocata.

La profondità di campo è spesso la decisione più importante che dovete fare. Cambia completamente l’aspetto delle tue foto. Per i ritratti, un diaframma sta andando a guardare grande. Per le foto di gruppo, paesaggi, e così via, spesso si desidera una stretta apertura del diaframma e la profondità di campo che viene con esso.

Correttamente Combinazione di Diaframma e tempo di posa

Per fare una buona esposizione, è necessario lasciare una certa quantità di luce. Nella maggior parte dei casi, ci sono una vasta gamma di combinazioni di tempo di posa e diaframma in grado di farlo. Si può andare con un apertura più ampia e una maggiore velocità dell’otturatore, o una stretta apertura del diaframma e velocità dell’otturatore. E ‘ l’altro “effetti collaterali” di cui sopra per determinare quali di questi è l’ideale.

Di seguito, è possibile vedere quattro foto delle foglie girato con quattro diverse combinazioni di tempo di posa e diaframma. Le esposizioni sono tutti uguali, ma la quantità di sfocatura di movimento e la profondità di campo di ogni immagine è diversa. Dal momento che le foglie sono in movimento e non c’è una vera sfondo per la foto, la foto migliore è quella che con un tempo di posa più veloce e inferiore depthof campo (in alto a sinistra).

Il Terzo Fattore: ISO

Finora ho solo stato incentrato sulla velocità dell’otturatore e il diaframma; questo perché sono le due più importanti controlli dell’esposizione a capire. C’è, tuttavia, un terzo fattore che determina ciò che ogni immagine si presenta come: ISO.

Piuttosto che cambiare fisicamente la quantità di luce che cade sul sensore della fotocamera, controlli ISO come sensibilità alla luce. A bassi Iso, più la luce è caduta sul sensore per ottenere la stessa esposizione rispetto alle alte Iso.

La luce viene convertita in un segnale digitale dal sensore. Se si utilizza un ISO più alto, che il segnale viene amplificato. Il problema è che l’amplificazione del segnale, inoltre, amplifica il rumore. Sensibilità ISO elevata delle immagini, spesso hanno una vera e rumoroso look.

E perché non portare ISO prima? Beh, dal momento che è così facile cambiare, alcune persone si basano su ISO troppo, un poliziotto per il controllo dell’esposizione, senza cambiare la velocità dell’otturatore e il diaframma. Ma la velocità dell’otturatore e il diaframma sono il modo più importante in modo creativo, e non hanno il notevole svantaggio di ISO. Così, mentre la ISO è utile, dovrebbe essere il vostro ultimo passo nel processo, e solo messa in moto, se assolutamente necessario; i valori alti sono troppo dannoso per le vostre immagini.

Sulla maggior parte delle fotocamere, sarete in grado di utilizzare un ISO compresa tra 100 e da qualche parte intorno a 6400. Tuttavia, le immagini in genere solo guardare bene tra 100 e 1000.

Nelle immagini qui sotto, potrete vedere due foto scattate a pochi secondi di distanza. Ho ingrandita a destra al 200% su una singola foglia. L’immagine a sinistra è stata scattata a un diaframma di f/22, con una velocità dell’otturatore di 1/15 un secondo e un ISO 100. L’immagine sulla destra aveva anche un diaframma di f/22, ma sono stato in grado di utilizzare una velocità dell’otturatore di 1/250th di un secondo, perché avevo aumentato il diaframma a 1600 ISO.

Si possono vedere gli effetti di entrambe le velocità dell’otturatore e l’apertura del diaframma sull’immagine. In cui la velocità dell’otturatore è lenta, l’immagine è esente da rumore, ma ha il motion blur. Il tempo di scatto veloce, tutto è nitido, ma ci sono un sacco di rumore fastidioso.

Insieme, la velocità dell’otturatore, diaframma, ISO e sono conosciuti come il “triangolo di esposizione”. Sono i tre fattori di controllo che consente di determinare come saranno le vostre immagini, e avrete bisogno di trovare il giusto equilibrio tra di loro per la foto perfetta.